Firenze: la morte di Erika Lucchesi ci chiama in causa tutti

Firenze: la morte di Erika Lucchesi ci chiama in causa tutti

La cultura dello sballo, spesso inconsapevolmente affrontata, quasi fosse un gioco, miete ancora una vittima tra i nostri ragazzi. Siamo vicini alla famiglia e alla mamma di Erika che straziata ieri chiamava ancora il suo nome non credendo che la morte potesse avergliela portata via.
Sono storie che lasciano senza fiato: il solo pensiero di una giovane che muore in queste circostanze, laddove ci dovrebbe essere solo divertimento e spensieratezza, ci lascia attoniti.

Eppure dobbiamo ribellarci a questa cultura di morte, dello sballo per lo sballo, della …

Leggi di più »

Decreto sicurezza bis: ulteriore passo verso abisso democratico

Decreto sicurezza bis: ulteriore passo verso abisso democratico

Il decreto sicurezza bis rappresenta un ulteriore passo verso l’abisso democratico in cui il governo giallo-verde sta trascinando il nostro Paese. La criminalizzazione della solidarietà contraddice infatti sia le leggi internazionale che regolano il soccorso in mare, sia gli stessi principi della nostra Carta costituzionale, mirabilmente sanciti nell’articolo 2.

L’inasprimento delle pene per le manifestazioni mette in dubbio il diritto di esprimere pacificamente il proprio dissenso politico e sociale. Mentre non una parola è dedicata alle vere emergenze di questo Paese che sono le a#mafie, la corruzione, il malaffare. Un impianto …

Leggi di più »

Morte Carabiniere: da destra indegno sciacallaggio

Morte Carabiniere: da destra indegno sciacallaggio

La morte del giovane vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega è stata l’ennesima occasione per la destra nostrana di sciorinare tutto l’armamentario del più becero razzismo. Dobbiamo ancora una volta dire grazie alla professionalità delle nostre forze dell’ordine, il cui lavoro scrupoloso ha permesso di assicurare i colpevoli alla giustizia in tempi rapidissimi. Ma mentre i Carabinieri lavoravano alla ricostruzione, alla verifica, ai riscontri, come si fa sempre nelle indagini, fior di parlamentari e finanche leader di partito, non hanno trovato di meglio che accusare genericamente gli ‘immigrati‘ …

Leggi di più »

Governo faccia il possibile per dare giustizia a Ciatti

Governo faccia il possibile per dare giustizia a Ciatti

La decisione di mandare a processo solo uno degli aggressori di Niccolò Ciatti lascia sgomenti. Le immagini delle telecamere hanno mostrato a tutto il mondo che in quella tragica notte di due anni fa a Lloret de Mar gli autori del pestaggio furono tre, e ciascuno di loro ha una parte di responsabilità nell’omicidio. Così come vanno indagate fino in fondo le responsabilità dei gestori del locale. 
All’epoca dei fatti, quando ero vicepresidente del Senato, con il presidente Grasso ed il ministro Orlando ci adoperammo sin da subito per dialogare …

Leggi di più »

Sblocca Cantieri: Lega e Cinque Stelle aprono a corruzione e illegalità

Sblocca Cantieri: Lega e Cinque Stelle aprono a corruzione e illegalità

Il confronto in Parlamento è ormai ridotto ai minimi termini.
La conferma arriva dalla fiducia votata dalla maggioranza grillo/leghista sul decreto Sblocca Cantieri che, non solo non sbloccherà in nessun modo gli interventi infrastrutturali necessari per lo sviluppo del paese, ma aprirà definitivamente la porta a corruzione e illegalità.
La trasparenza e la qualità delle opere pubbliche italiane con questo decreto passano definitivamente in secondo piano, venendo premiato chi spende meno in retribuzioni e sicurezza e danneggiando, ancora una volta, i lavoratori.
Quello che sta succedendo in questi …

Leggi di più »

Di Giorgi: “No al Far West, sia lo Stato a proteggere i cittadini”

Di Giorgi: “No al Far West, sia lo Stato a proteggere i cittadini”

“I tragici fatti di Monte San Savino confermano, se mai ce ne fosse stato bisogno, che l’onere di difendere i propri beni e la propria persona non può essere affidato ai privati cittadini, come vorrebbe il governo gialloverde. Tocca allo Stato assicurare la sicurezza pubblica attraverso il presidio del territorio e l’attività di intelligence”. Lo afferma la deputata del PD Rosa Maria di Giorgi.

“Sappiamo che le nostre forze dell’ordine sono tra le più preparate al mondo e ne conosciamo la dedizione: vanno dunque messe nelle …

Leggi di più »

Di Giorgi, Ferri e Lotti (PD): il Governo si attivi per assicurare piena giustizia per Niccolò Ciatti

Di Giorgi, Ferri e Lotti (PD): il Governo si attivi per assicurare piena giustizia per Niccolò Ciatti

Dalla missione in Spagna del sindaco Nardella arriva la conferma che il processo per la vile uccisione di Niccolò Ciatti partirà finalmente agli inizi del 2019: ci attendiamo che il Governo segua con la massima attenzione la vicenda, assicurando alla famiglia tutto il sostegno necessario, e spingendo affinché vengano appurate fin in fondo tutte le responsabilità” lo dichiarano i deputati PD Rosa Maria Di Giorgi, Cosimo Ferri e Luca Lotti all’indomani dell’incontro tra il sindaco di Firenze Dario Nardella, e la Fiscalia General …

Leggi di più »

Bene parole Cei su perdita valori democratici

Bene parole Cei su perdita valori democratici

Condivido le parole del cardinal Bassetti presidente della CEI in occasione della veglia per l’Italia organizzata dalla Comunità di S.Egidio a S.Maria in Trastevere.
Manifestano preoccupazione per la caduta di valori fondanti della nostra democrazia, quali la solidarietà, l’accoglienza e l’attenzione per chi ha bisogno e soffre, e per il dilagare di una cultura che predica egoismi e chiusure a persone e mondi che rappresentano imvece una ricchezza.
Io concordo su questo e mi sento chiamata in causa da queste parole. Il Cardinale parla di un impegno …

Leggi di più »

Georgofili. “Ora come 25 anni fa necessario essere vigili contro le infiltrazioni mafiose”

Georgofili. “Ora come 25 anni fa necessario essere vigili contro le infiltrazioni mafiose”

“Come sempre, anche quest’anno, parteciperò alle celebrazioni per l’anniversario della strage dei Georgofili con particolare emozione, anche perché, da ex assessora alla scuola e alla legalità sono convinta che il primo dovere per chi è stato testimone di quei tragici fatti avvenuti 25 anni fa è quello di tramandare la memoria alle nuove generazioni alle quali va ricordato che la democrazia ed i diritti devono sempre essere difesi, anche laddove ci si sente più al sicuro”. Lo dichiara la …

Leggi di più »

9 maggio 1978. Il sacrificio di Aldo Moro e Peppino Impastato

9 maggio 1978. Il sacrificio di Aldo Moro e Peppino Impastato

40 anni fa morivano Aldo Moro e Peppino Impastato, uno ucciso dalle Brigate Rosse l’altro dalla mafia.
Quel 9 maggio 1978 lo ricordo bene e a tutti noi italiani fu chiaro da subito che quel giorno sarebbe diventato uno fra i più duri della storia della nostra Repubblica.

Oggi, nella data della loro scomparsa, si celebra il giorno della Memoria in ricordo di tutte le vittime del terrorismo. È questo il miglior modo per rendere omaggio al loro sacrificio, ricordandoci quanto sia importante e necessario continuare …

Leggi di più »

Moro, Di Giorgi: “Con l’instabilità c’è il pericolo di un ritorno di estremismi”

Moro, Di Giorgi: “Con l’instabilità c’è il pericolo di un ritorno di estremismi”

“Quanto accaduto in Via Fani con l’imbrattamento della lapide posta in memoria della strage in cui vennero trucidati i cinque uomini della scorta e rapito l’Onorevole Aldo Moro non è un segnale da sottovalutare. In Italia stiamo assistendo da qualche tempo ad un proliferare di segnali preoccupanti che ci parlano di un pericolo del ritorno di estremismi che credevamo debellati”, lo dichiara la parlamentare Pd Rosa Maria Di Giorgi, vicepresidente del Senato uscente.

“La scritta BR vergata in rosso, proprio all’indomani del quarantennale di quell’eccidio che …

Leggi di più »

Giornata contro le mafie: “Lo Stato e i territori uniti per un futuro di legalità”

Giornata contro le mafie: “Lo Stato e i territori uniti per un futuro di legalità”

“Conservare, rinnovare e costruire una memoria storica condivisa in difesa delle istituzioni democratiche: questo lo spirito della Giornata istituita e riconosciuta un anno fa con voto unanime alla Camera dei Deputati. Un momento di vicinanza ai familiari delle vittime e coscienza civica e politica che ci coinvolge tutti in prima persona, perché la lotta alla criminalità organizzata e ad ogni forma di terrorismo trovi nello Stato e nei territori, linfa e fronte comune.
Con lo spirito ed il cuore sono con Libera e con gli amici …

Leggi di più »

Aldo Moro. “La verità deve essere ancora scritta”

Aldo Moro. “La verità deve essere ancora scritta”

Dichiarazione della vicepresidente del Senato, membro della commissione Parlamentare di inchiesta: “Troppi punti ancora da chiarire, in una vicenda che ha cambiato la storia del nostro Paese”

“La responsabilità delle Brigate Rosse va integrata con quella di una pluralità di soggetti, comprese persone legate alla criminalità organizzata o alla P2”

“Sul caso del rapimento e dell’uccisione dell’Onorevole Aldo Moro, siamo ancora fermi ad una ricostruzione storico-politica e giudiziaria datata che non è in grado di offrirci un quadro esaustivo di una delle vicende cruciali nella vita democratica …

Leggi di più »

Mi unisco al lutto per Idy: nessuna tolleranza per il razzismo

Mi unisco al lutto per Idy: nessuna tolleranza per il razzismo

“Una scelta giusta che condivido e sottoscrivo: dedicare un momento di raccoglimento e riflessione a quanto accaduto, in una città che credevamo immune ma che pure non più tardi di 7 anni fa aveva già attraversato l’orrore del razzismo assassino, è una cosa dovuta.
La storia di Idy Diene è una storia di grande dignità nel sacrificio per la propria famiglia. Una storia comune a quella di tanti altri migranti costretti a muoversi dal proprio paese, a separarsi dagli affetti e dalle cose care, per garantire …

Leggi di più »

Deportazione Ebrei Firenze. “Memoria, rispetto e giustizia per non ripetere gli orrori del passato”

Deportazione Ebrei Firenze. “Memoria, rispetto e giustizia per non ripetere gli orrori del passato”

“Dal ricordo degli orrori del passato un monito per i nostri giorni così carichi di funesti presagi”

Nel pomeriggio dell’8 marzo 1944 un treno composto da carri bestiame sigillati partì dalla stazione di Santa Maria Novella alla volta del campo di concentramento di Mauthausen, dove arrivò l’11 marzo. A essere trasferite furono alcune centinaia di persone: alla fine della guerra ne tornarono indietro poche decine, le altre furono sterminate. Oggi più che mai serve ricordare l’orrore di cui l’uomo può rendersi artefice quando si decide che …

Leggi di più »